Menu

Le regole da seguire per un perfetto matrimonio civile

galateo_matrimonio_civile

Il vostro sarà un matrimonio civile ma voi non sapete quale sia il comportamento migliore da attuare riguardo molti aspetti delle nozze celebrate con rito civile? Il galateo suggerisce alcune utili regole non soltanto per il matrimonio, in generale, ma anche, specificatamente, per il matrimonio in municipio. Il rito civile, infatti, può per certi versi essere ritenuto meno formale delle nozze in chiesa ma ciò non significa di certo che il buon gusto e le buone maniere vadano abbandonate!

Le partecipazioni per le nozze civili

Per le vostre nozze civili le partecipazioni perfette dovrebbero essere sobrie ed eleganti. Considerando che spesso chi sceglie di celebrare le nozze civilmente convive già è più sensato abbandonare la tradizionale prescrizione secondo cui va indicato l’indirizzo dei genitori: è molto più logico scrivere direttamente l’indirizzo della casa degli sposi!

Abiti degli sposi: come vestirsi per sposarsi in municipio?

La parola d’ordine nella scelta degli abiti degli sposi deve essere solo una: eleganza. Se, infatti, si considererà sempre la necessità di essere vestiti con la massima eleganza gli abiti per il Grande Giorno saranno di certo perfetti. Lo sposo potrà optare per un completo elegante ma la sposa? Lei, per il giorno in cui diventerà una moglie, può spaziare tra scelte anche molto distanti tra loro. Sì al tailleur in tonalità delicate ma sì anche alla scelta di un vestito per cui preferire colori tenui. Nel giorno delle vostre nozze non vorreste rinunciare a indossare un vero e proprio abito da sposa? Se le vostre sono prime nozze allora il galateo vi concede di indossare un vestito da sposa tradizionale a patto che l’abito non sia eccessivamente appariscente: no quindi a gonne ampie, a strascichi e no anche al velo. Se le vostre sono invece seconde nozze sarebbe una scelta di buongusto evitare in assoluto l’abito bianco preferendogli un vestito differente. Riguardo a “trucco e parrucco” l’importante è non esagerare: meglio quindi evitare acconciature appariscenti, coroncine e fiori tra i capelli.

Fiori, musica e tradizioni: a cosa non rinunciare in un matrimonio civile?

I fiori sono un elemento importante nell’organizzazione delle nozze: perché rinunciarvi solo perché si è deciso di sposarsi con rito civile? Sì quindi a decorare la sala del municipio con dei fiori, purché le quantità non siano eccessive, e sì assoluto al bouquet: una sposa non può rinunciare di certo a tenere in mano il tradizionale mazzo di fiori! Siate quindi discreti ma non trascurate l’importanza dei fiori: fanno subito festa!
Pensate che poiché avete scelto di sposarvi con rito civile la musica sia “di cattivo gusto”? Non è affatto così! Il sottofondo musicale ha la sua importanza in un matrimonio religioso così come in uno civile: l’unica cosa importante da tenere a mente in quest’ultimo è il fatto che, poiché un matrimonio civile dura generalmente molto meno di una cerimonia religiosa, è preferibile optare per pezzi musicali non troppo lunghi.

Celebrare il proprio matrimonio con una cerimonia civile non significa di certo dover vivere le proprie nozze rinunciando a quelle piccole grandi tradizioni così tipiche del Grande Giorno: sì quindi al non farsi vedere dallo sposo con il proprio vestito prima delle nozze, sì anche allo sciogliersi in lacrime di gioia se è ciò che si sente di fare. Il galateo parla di buone maniere: non prescrive di certo di diventare freddi automi senza emozioni!

Il punto di vista degli invitati tra abiti e regali

Pensavate che essendo stati invitati a un matrimonio civile la vostra scelta dell’abito da indossare sarebbe stata più semplice? Vi sbagliavate di grosso! Scegliere l’abbigliamento per una cerimonia civile può infatti essere, se possibile, ancor più difficile della scelta di cosa indossare per un matrimonio religioso. Nella cerimonia in chiesa, infatti, il più delle volte l’abbigliamento degli sposi è ben differenziato da un generico “abbigliamento elegante” mentre, considerando che in comune spesso si opta per abiti diversi dai canonici “abiti per gli sposi”, nel rito civile per gli invitati la questione si complica. In generale, infatti, soprattutto le donne dovranno badare bene a differenziarsi il più possibile dallo stile della sposa così da permetterle di avere tutti i riflettori puntati su di sé nel suo grande giorno. Sì quindi a informarsi preventivamente su come saranno vestiti gli sposi: avere almeno qualche indicazione di massima permetterà infatti agli invitati di indossare i capi più adatti. La regola fondamentale resta però sempre una: buongusto. No quindi, in assoluto, a look eccessivamente appariscenti che rischiano facilmente di scivolare nella volgarità.

Rispettare il galateo significa anche evitare in ogni modo le cadute di stile e reputare un matrimonio civile un matrimonio di second’ordine rispetto a quello religioso è di certo una grave gaffe! Proprio perché, al contrario, il matrimonio civile ha pari dignità di quello religioso è importante non trascurare, se invitati, l’importanza di non presentarsi a mani vuote. Dal canto loro gli sposi, soprattutto se vivono già insieme, potrebbero non avere bisogno di tutte quelle piccole grandi cose che sono necessarie per andare ad abitare in una nuova casa: in questo caso farebbero meglio a fare la propria lista nozze magari in un’agenzia di viaggi per evitare di ricevere l’ennesimo servizio di pentole di cui magari sono già pieni, o, dato che il galateo non è solo forma ma anche sostanza, potrebbero, con un gesto di estrema eleganza, spronare gli invitati a fare una donazione benefica in nome degli sposi.